La liposcultura  è un intervento di chirurgia estetica di grande efficacia che permette una rimozione localizzata delle cellule adipose per ottenere  rimodellamento di un determinato distretto del corpo.

Grazie a questa tecnica che negli ultimi anni ha raggiunto letteralmente vette di perfezione in mani esperte, è possibile “scolpire” in modo più dolce e molto meno traumatico rispetto ad altri interventi simili, come la liposuzione.

Naturalmente, la liposcultura non è una scorciatoia sostitutiva della dieta o della palestra, ma può essere utile per rimuovere le adiposità localizzate stabili refrattarie anche ai regimi dietetici e alla attività fisica più strenua.

Pertanto, la liposcultura non deve assolutamente essere considerata come una terapia per il dimagrimento.

Cos’è?

La liposcultura è un intervento di chirurgia estetica che consiste nell’aspirazione di cellule adipose da aree del corpo localizzate e rappresenta un’evoluzione della liposuzione, poiché – rispetto a quest’ultima, si usano cannule dal diametro più piccolo (2-4 mm contro i 5-10 mm impiegati nella liposuzione) e di semplici sirighe invece che di potenti aspiratori permettendo così di eseguire un intervento estremamente meno traumatico e più sicuro.

Tutto è nella abilità del chirurgo e nella sua esperienza, mai come in questo caso, non ci si improvvisa!

Allo stesso tempo, la liposcultura consente di ottenere un rimodellamento della figura corporea più preciso e armonioso, evitando la formazione di antiestetici avvallamenti o irregolarità nelle zone trattate, un classico effetto collaterale delle liposuzioni.

Il tessuto al termine dell’intervento e negli anni a venire, è perfettamente morbido e regolare, senza nessuna imperfezione.

 

Come si procede?

 

La liposcultura è un vero e proprio intervento chirurgico e in quanto tale, dev’essere eseguito da medici specializzati in chirurgia ed essere praticato in strutture idonee, adeguatamente attrezzate per questo genere di operazioni, non è assolutamente sufficiente uno studio medico che non ha né le autorizzazioni, né le tutele previste dalla normativa vigente.

La liposcultura si può eseguire in diverse parti del corpo:

  • Addome
  • Braccia
  • Cosce
  • Fianchi
  • Ginocchia
  • Caviglie

In funzione della vastità dell’area su cui è necessario intervenire, la liposcultura può essere effettuata in anestesia locale (con o senza sedazione), oppure in anestesia generale nel caso in cui le aree da trattare siano piuttosto estese.

Normalmente, per gli interventi condotti in anestesia locale il paziente viene ricoverato in regime di day hospital; al contrario, in caso di anestesia generale, il paziente rimarrà all’interno della clinica per almeno una notte.
La durata dell’intervento è variabile a seconda dell’estensione dell’area che dev’essere trattata.

Indicativamente, un intervento di liposcultura può durare dai 30 minuti fino alle tre ore circa.

PRIMA DELL’INTERVENTO

Dal momento che la liposcultura è un vero e proprio intervento di chirurgia estetica, prima di sottoporsi a una simile operazione, è fondamentale una visita specialistica e un’accurata valutazione pre-operatoria.
Il medico chirurgo dovrà, pertanto, valutare con attenzione lo stato di salute del paziente, assicurandosi che non vi siano controindicazioni o particolari condizioni che potrebbero complicare l’intervento.

Dopodiché, il medico valuterà quali aree devono essere trattate, la loro estensione e il grado di elasticità della pelle.

Quest’ultimo fattore è di fondamentale importanza. Infatti, in seguito alla rimozione delle cellule adipose, se la pelle del paziente non è sufficientemente elastica, essa potrebbe non adattarsi ai nuovi volumi ridotti del corpo.

 

In tali individui, si cercheranno alternative mediche o chirurgiche per risolvere il problema.

 

In qualsiasi caso, prima di procedere con l’intervento vero e proprio, il medico chirurgo chiederà al paziente di sottoporsi a una serie di esami ematici, ecg, ecc.

Solo dopo un’attenta valutazione di tutti questi fattori, lo specialista potrà decidere se è il caso di effettuare la liposcultura e in che modo eseguirla.
Infine, se il chirurgo ritiene che l’intervento possa essere eseguito, esso fornirà una serie di indicazioni che il paziente dovrà scrupolosamente seguire prima di sottoporsi all’operazione.

Fra queste, ricordiamo:

  • Seguire un regime alimentare ipocalorico, in modo tale da poter individuare ed effettuare la liposcultura solo sul pannicolo adiposo effettivamente resistente alla dieta e all’attività fisica;
  • Eliminare il fumo
  • Evitare di assumere fans
  • Per le donne, interrompere l’assunzione di eventuali contraccettivi orali almeno un mese prima dell’esecuzione dell’intervento;

 

L’INTERVENTO

L’intervento si esegue praticando delle piccolissime incisioni (generalmente in corrispondenza di solchi e pieghe della pelle) attraverso le quali, innanzitutto, viene iniettata una particolare miscela anestetica.

Dopodiché, si può procedere con l’esecuzione dell’ intervento.
All’interno delle piccole incisioni precedentemente effettuate, si inseriscono le cannule, collegate a una siringa attraverso le quali si aspirano le cellule adipose.

DOPO L’INTERVENTO

Subito dopo l’intervento di liposcultura, il chirurgo applicherà nelle aree trattate un’apposita guaina di contenimento per liposcultura, che dovrà essere indossata per un periodo di circa 2-3 settimane. Il ruolo di questa guaina consiste nel favorire la guarigione delle aree trattate, mantenendo la forma rimodellata che il chirurgo ha dato al corpo.
L’eventuale dolore post-operatorio può essere tenuto sotto controllo con l’assunzione di farmaci antidolorifici.
Generalmente, il recupero dall’intervento di liposcultura avviene in tempi piuttosto brevi. Le normali attività possono essere riprese già dopo 2-3 giorni l’esecuzione dell’intervento; mentre per la ripresa di attività più intense e delle attività sportive è meglio lasciar trascorrere un periodo di almeno un mese.
Meglio evitare l’esposizione solare per almeno un mese al fine di permettere ai punti di ingresso della cannula, una guarigione perfetta.

Risultati

I risultati ottenibili con la liposcultura, se eseguiti da una mano esperta, soddisfano appieno il paziente che finalmente può godere della vista del suo corpo perfettamente rimodellato.

 

Nel post-intervento la zona trattata tende a essere edematosa e con qualche livido mentre i risultati finali saranno visibili  dopo circa tre settimane.

 

Serve ripetere che la buona riuscita della liposcultura dipende fortemente dall’esperienza e dalle capacità del chirurgo che l’ha effettuata, oltre che dalla elasticità della pelle del paziente.

 

Rischi e Complicazioni

Come accennato, se la liposcultura viene eseguita da un chirurgo esperto e all’interno di cliniche adeguatamente attrezzate per ogni evenienza, può dare ottimi risultati e può considerarsi un intervento sicuro e a basso rischio.

D’altro canto, trattandosi comunque di un’operazione chirurgica, si potrebbe andare incontro a eventuali complicazioni, quali:

  • Infezioni. Come per qualsiasi altro tipo d’intervento chirurgico, anche con la liposcultura vi è il rischio (molto basso) di sviluppare infezioni.

Di routine per prevenire questa complicazione, viene effettuata una terapia antibiotica peri-operatoria e post-operatoria.

  • Dolore. Subito dopo l’intervento è comune provare dolore in corrispondenza delle zone trattate, ma questo può essere tenuto sotto controllo con il semplice impiego di farmaci antidolorifici.
  • Anche la comparsa di lividi e gonfiori è molto comune; essi tenderanno comunque a riassorbirsi e a scomparire nell’arco di due o tre settimane.
  • Cicatrici. Piccolissime cicatrici possono formarsi in corrispondenza delle incisioni effettuate per inserire le cannule. Tuttavia – oltre a essere molto piccole (circa 3 mm) – tali incisioni vengono effettuate generalmente in corrispondenza di solchi o pieghe della pelle, in modo che possano nascondere e mascherare le cicatrici che potrebbero formarsi in seguito.

Inoltre, per diminuire l’insorgenza di eventuali complicanze – sia durante che dopo l’intervento – è fondamentale seguire con attenzione tutte le indicazioni fornite dal chirurgo, sia prima dell’esecuzione della liposcultura, sia durante il periodo di guarigione.

 

Interventi Associati

La liposcultura può essere eseguita in associazione ad altri tipi di interventi.

Ad esempio, una pratica comune è quella di associare la liposcultura al lipofilling, una tecnica che consente di impiegare le cellule adipose asportate per riempire e definire determinate zone del corpo che risultano svuotate come gli zigomi, il seno, le guance.

Rispetto al lipofilling fatto con il grasso derivato da una liposuzione, proprio per il trauma subito dagli adipociti, l’impianto di questi ultimi era destinato a fallire nel giro di pochi mesi con un attecchimento dell’ordine del 20\30%.

Con la tecnica di liposcultura, estremamente più dolce nella estrazione delle cellule adipose, il tasso di attecchimento supera il 90% con grande soddisfazione del paziente.