Lifting Viso

Quando serve:

Quando si vuole ringiovanire drasticamente l’aspetto del proprio viso.

Tempi:

Le tempistiche dipendono dal tipo di intervento che viene scelto.

Prezzi:

Le quotazioni vengono effettuate solo dopo la visita preliminare, in base al tipo di intervento scelto.

Il lifting è un intervento di chirurgia estetica di altissima raffinatezza praticato per conferire un aspetto ringiovanito al viso.

Che cos’è esattamente il Lifting del viso?

Il lifting è un intervento di Chirurgia Estetica che rende possibile i seguenti miglioramenti nel proprio viso:

  • Distendere ed eliminare le rughe che si formano intorno agli occhi, intorno alla bocca e sulla fronte.
  • Contrastare la perdita di tonicità e di svuotamento soprattutto a livello delle guance.
  • Rimodellare e riposizionare tessuti e muscoli al fine di contrastare la lassità dei tessuti del volto.

Quando e per chi è indicato il Lifting del Viso?

Il lifting del viso è indicato per eliminare le pieghe riempire le aree svuotate e riposizionare la cute in tutte quelle aree del volto che hanno perso struttura e tono.

Solitamente il lifting è consigliato a persone con età compresa fra i 40 e i 70 anni circa mentre ai pazienti più giovani con rughe ed inestetismi del tempo poco marcati si consiglia di ricorrere a trattamenti di medicina estetica meno invasivi.

Il lifting non può comunque essere effettuato su chiunque. Affinchè l’operazione possa dare buoni risultati è necessario che la pelle del paziente, benché sottoposta all’inesorabile trascorrere del tempo, abbia conservato un certo grado di elasticità.

Le diverse tipologie di Lifting

In funzione dell’area del volto sottoposta all’intervento di ringiovanimento i tipi di lifting del viso sono:

  • Lifting del viso: è l’intervento chirurgico maggiormente richiesto e permette di ottenere un ringiovanimento generale che coinvolge l’intero volto senza però alterare la fisionomia.
  • Lifting della fronte e del sopracciglio: questo tipo di lifting distende la pelle nella parte superiore del viso ed è in grado di risollevare la fronte e l’arco sopraccigliare che hanno subito un cedimento a causa dell’invecchiamento.
  • Lifting del terzo medio del volto: anche noto come midface-lift, il lifting del terzo medio del volto interessa l’area del viso compresa fra le palpebre inferiori e la bocca. Questo tipo di lifting si effettua soprattutto per ridare pienezza e tono a guance e zigomi che a causa della fisiologica atrofia di cute, muscoli e ossa derivate dall’invecchiamento, tendono a cedere e a svuotarsi.
  • Lifting del collo: scopo principale del lifting del collo è quello di distendere la pelle rimuovendo, se presente, il tessuto adiposo localizzato a livello della zona sotto mentoniera.

Mini-lifting

Il mini-lifting è un intervento meno invasivo rispetto al lifting vero e proprio. Infatti lo scopo del mini-lifting è solo quello di rafforzare e riposizionare la cute che ha perso di tonicità senza intervenire a livello dei tessuti più profondi come invece accade quando si effettua un lifting di grado maggiore. Ottimizzando solo la parte inferiore del viso può essere utile solo per risollevare, tonificare e riempire guance e zigomi ed è generalmente consigliato a pazienti più giovani 35 e i 55 anni al massimo che abbiano mantenuto una buona elasticità cutanea.

Prepararsi all’Intervento

Il lifting del viso è un vero e proprio intervento chirurgico e richiede una preparazione preliminare. Si inizia sempre con una visita specialistica pre-operatoria.

Durante la visita pre-operatoria il chirurgo valuterà quali sono le richieste le esigenze e le aspettative del paziente consigliandolo quale tipo di lifting è più indicato nel suo specifico caso. Oltre a ciò il chirurgo dovrà valutare lo stato della pelle del paziente per verificarne le condizioni e soprattutto l’elasticità al fine di determinare se l’intervento di lifting può avere successo o meno.

Inoltre, durante la visita pre-operatoria il chirurgo deve necessariamente far eseguire al paziente una serie di esami ematici, urine, ecg ecc.

Esecuzione del Lifting

Il lifting si può effettuare sia con anestesia locale e sedazione profonda in regime di day hospital sia con anestesia generale.

La scelta del tipo di anestesia spetta al chirurgo e dipende dal tipo di lifting che si vuole effettuare.

Fatte le incisioni necessarie, sempre in zone dove saranno quasi invisibili, il chirurgo lavorerà sui tessuti sottostanti rimodellandoli e riposizionandoli.

La pelle in eccesso verrà eliminata e i tessuti verranno fissati mediante l’applicazione di appositi punti di sutura, generalmente riassorbibili.

Infine, al termine dell’intervento, saranno applicate medicazioni e bendaggi elastici.

Quanto dura l’Intervento di Lifting del viso?

La durata è in funzione del tipo di lifting: può variare da un minimo di 30-40 minuti per le operazioni più semplici e in aree ristrette del volto fino ad arrivare alle 2-3 ore per gli interventi complessi.

Dopo l’intervento

Eseguito il lifting viso è previsto un ricovero in day hospital per gli interventi più semplici ed eseguiti in anestesia locale e un ricovero di almeno un paio di notti per gli interventi eseguiti in anestesia generale.

Durante i giorni successivi all’intervento di lifting del viso, compariranno gonfiori, lividi e dolore, è un fatto del tutto normale.

Gestione del dolore

per combattere il dolore sarà sufficiente l’uso di farmaci antidolorifici di comune uso che saranno prescritti dal chirurgo già prima dell’intervento

Ripresa delle attività e della vita sociale

Le attività giornaliere più leggera verranno riprese in genere intorno al terzo o quarto giorno dopo l’intervento, sono esclusi naturalmente grossi sforzi fisici o attività fisica sportiva importante. Saranno assolutamente vietati per circa un mese l’esposizione solare e le fonti di calore molto importanti. Le medicazioni e i bendaggi verranno sostituiti dopo circa tre giorni.

Esiste molta soggettività nel recupero dopo l’intervento di lifting del viso di conseguenza e bene attenersi a tutte le indicazioni fornite durante le visite di controllo, ma generalmente a partire dalla terza o quarta settimana tutte le normali attività, anche quelle sportive, potranno essere riprese.

Quali sono i risultati che si possono attendere dal lifting del viso?

I risultati del lifting viso non potranno essere visti a pieno prima di due o tre settimane dall’intervento quando i tessuti si saranno normalizzati e il gonfiore e gli eventuali lividi non saranno riassorbiti. Nella maggior parte dei casi i risultati sono eccellenti e le cicatrici lasciate dal passaggio del bisturi saranno praticamente invisibili.

I trattamenti post lifting viso con fattori di crescita PRP e PRF faranno in modo che i il risultato dell’intervento sia nettamente superiore contrastando efficacemente i processi di invecchiamento che, anche un viso “liftato”, lentamente manifesterà con il passare degli anni. Questa pratica è una vera e propria assicurazione di durata e di ottimizzazione dei risultati nei confronti dei tessuti del viso dopo un lifting del volto.

Esistono trattamenti complementari al lifting chirurgico?

Esistono trattamenti che possono essere fatti in alternativa al lifting chirurgico ma necessariamente deve essere eseguita una valutazione per evitare al paziente delusioni, infatti in casi di modesto cedimento del viso, sicuramente si potrà accedere a lifting medici del viso come ad esempio con la tecnica HIFU, ma in caso di cedimenti importanti la via chirurgica sarà comunque la via migliore da seguire.